c Salentonline.it - Il portale del Salento - Festival della chitarra

Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.


Eventi e speciali

Festival della chitarra

logo

XXII Edizione

Informazioni utili

Città di Mottola

DA SPAGNA, FRANCIA E BELGIO PER IL FESTIVAL DELLA CHITARRA DI MOTTOLA

    esclusiva di Hermanos Cuenca, Raquel Parilli, Johan Fostier e Thibault Cauvin 

 

Chitarra, pianoforte e danza ad inaugurare la settimana di concerti nell'ambito della XXII edizione del Festival Internazionale della Chitarra- Città di Mottola. Dopo lo straordinario debutto con le "Serenate" nel centro storico, la rassegna si prepara a vivere nuove emozioni. Si comincia mercoledì 9 luglio con l'arrivo, in esclusiva e direttamente dalla Spagna, di Hermanos Cuenca & Raquel Parilli. Venerdì 11 sarà la volta di un doppio concerto: il talentuoso Johan Fostier, originario del Belgio e, a seguire, il richiestissimo chitarrista francese Thibault Cauvin. Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito, con inizio alle 20.30 nel liceo Albert Einstein di Mottola.

Ecco allora qualche notizia in più su questi ospiti d'eccezione. José Manuel e Francisco Cuenca Morales sono nati a Cordoba e compongono un duo chitarra e pianoforte, raffinato quanto raro.  Dopo Stati Uniti e Filippine, la Carnagie Hall di New York e il Palazzo della Musica a Valencia, ecco che fanno tappa anche nella cittadina in provincia di Taranto, con lo spettacolo "Flamenco e oltre: aromas de Andalucia". José Manuel si è diplomato al Conservatorio con il "Premio Extraordinario Fin de Carrera, Francisco ha ricevuto invece il "Premio de Honor". Attualmente sono direttori di Conservatorio, rispettivamente Maria de Molina di Ubeda e Andres Segovia di Linares. Ad accompagnarli ci sarà Raquel Parrilla Sánchez: ha iniziato a studiare danza classica a 6 anni ed è stata allieva del professor José Antonio Rivero e della prima ballerina del Balletto di Mosca, Valentina Letova. Concilia gli studi di danza classica e spagnola con grandi insegnanti, tra cui Conchita Álamos. Frequenta continuamente corsi di perfezionamento con icone della danza: una su tutte, il gran maestro del bolero Eloy Pericet.

Il viaggio continua venerdì 11 luglio con un doppio concerto. Prima Johan Fostier  (alle 20.30) che interpreterà alcuni brani di compositori del calibro di Francis Cutting, Luigi Legnani, Marco Pereira. A seguire (ore 21.45) Thibault Cauvin, a tutti gli effetti uno dei più talentuosi, carismatici e richiesti chitarristi al mondo. Sta viaggiando ovunque su invito dei più prestigiosi festival: ha già tenuto oltre mille concerti in 120 Paesi (la New York Carnegie Hall, la Shanghai Opera,il Paris Théâtre des Champs Elysées, il Munich Geistag). Ma andiamo con ordine. Si comincia con Fostier, vincitore di numerosi concorsi internazionali (tra cui Guitar Foundation of America e Concorso Internazionale di Chitarra di Mottola). I suoi concerti l'hanno portato ad esibirsi negli Stati Uniti, in Russia, Estonia, Brasile. Le sue esecuzioni sorprendono per la melodia eccezionalmente lirica. Thibault è ormai un'icona nel mondo della musica: a soli 20 anni era il primo e unico chitarrista al mondo a vincere 13 primi premi internazionali e quest'anno ha firmato con la Sony Music. Il suo primo album con la major discografica riscontra un incredibile successo: è stato per 3 mesi nella top 10 delle vendite francesi di musica classica, un evento storico per la chitarra.

Non finisce qui perché quest'anno il Festival ha voluto fare le cose in grande: oltre agli appuntamenti, tutti gliberi, c'è un'offerta in più per chi arriva a Mottola in questi giorni. Venerdì 11 (alle 20) s'inaugura la mostra documentaria "Chitarre&nuvolette": in tutto venti pannelli, che testimoniano l'influenza della musica nel fumetto, con un omaggio a personaggi come Guitar Jim, Gea e Bertrando, che hanno come peculiarità quella di suonare la chitarra (un basso nel caso di Gea e un liuto in quello di Bertrando). L'esposizione sarà visitabile sino a domenica 13 (orari 10-12.30 e 17-20). La rassegna è supportata da Regione Puglia, comune di Mottola e Lions club Massafra-Mottola "

Informazioni www.mottolafestival.com e 346 2264572.


Galleria immagini

Link utili

ClioCom © copyright 2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati