Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.


Eventi e speciali

Carnevale di Castellaneta

Carnevale di Castellaneta

Dell’associazione "Carnevale degli Alunni di Castellaneta"

Appartiene a...

Informazioni utili

  • Categoria: Celebrazioni
  • Dal 19/02/2017 al 26/02/2017
  • Dove: Castellaneta

Carnevale di Castellaneta

Il programma

Prima sfilata

Finita l’attesa per il Carnevale di Castellaneta 2017 organizzato dell’associazione "Carnevale degli Alunni di Castellaneta". La sfilata mattutina di domenica 19 febbraio, aperta da Peucezio, la maschera ufficiale creata dall’artista Vito Addabbo, svelerà i contenuti dei carri ispirati a “Abracadabra … L’Incantesimo della Magia”, tema scelto per l’edizione di quest’anno, con il supporto dei numerosi gruppi mascherati.

L’apertura del corso mascherato tocca al carro “Cosa bolle in pentola?”, ideato da Miranda Tagliente, che rappresenta uno strano calderone: cosa ci sarà dentro? Deve essere andato storto qualcosa mentre Morgana preparava un maleficio: oltre alla coda di rospo e unghie di drago in pentola c’è finita anche lei. I gruppi mascherati dietro il primo carro sono della Scuola Materna Spineto Montecamplo di cui sarà protagonista mago Merlino e fata Morgana e quello della locale squadra di calcio Acd Castellaneta con streghe, scope, calderoni e gatti.

Protagonisti indiscussi del carro “La magia a metà”, firmato da Miranda Tagliente, sono due figure imponenti ed importanti nel mondo magico: lo stregone e il mago buono, in continua lotta tra loro. Senza il bene non c’è il male e senza il male non c’è il bene: mettendo queste figure a confronto e sullo stesso piano si evidenzia questo aspetto di corrispondenza. Tra castelli incantati e formule magiche si scopre la natura che è presente in tutti noi. I gruppi mascherati dietro il secondo carro sono quelli dell’I.C.S. F. Surico primaria Parco Valentino e dell’associazione Volley con streghe, stregoni e Harry Potter, della scuola di danza Obsession Dance con maghi e fate, dell’I.C.S. F. Surico primaria centrale con fate, streghe, mago Merlino e Harry Potter, e dell’I.C.S. F. Surico primaria De Amicis con fate, gnomi irlandesi, quadrifogli e Harry Potter.

Sono rappresentati fate e folletti irlandesi molto allegri e pieni di vita, pronti a festeggiare con canti e balli sul carro ”La magia della natura” curato da Miranda Tagliente. Tutto si svolge attorno a un fungo, tra fiori e animaletti del bosco: sappiamo quanto la natura sia importante ed è essenziale proteggerla anche da noi stessi. I gruppi mascherati dietro il terzo carro sono quelli dell’I.C.S. Pascoli-Giovinazzi primaria con gnomi irlandesi, gnomi colorati e elfi, dell’associazione Gaia con streghe, dell’associazione Energica… Mente… Insieme con prestigiatori e carte, del gruppo Santa Trinità con conigli e prestigiatori, e gruppi liberi con carte da gioco.

Il carro “Magia di un’illusione”, ideato da Angelo Resta, è il palcoscenico tipico di un teatro: su di esso sono disposti una donna trafitta da spade, grandi carte da gioco e un prestigiatore; rappresenta la magia quotidiana, quella che ci coinvolge in vari spettacoli che vengono proposti in teatro e in televisione, la magia di un mondo attuale e che ci appartiene. Si contrappone agli altri carri che rappresentano la magia del mondo delle fiabe e dei film d’animazione e della cinematografia del passato e del presente.

Insieme ai gruppi organizzati, sfilano anche altre maschere singole che comporranno questo primo grande corso mascherato che parte alle 10.00 da via San Francesco (Parco Valentino) e arriva in piazza Principe di Napoli antistante il municipio dopo aver percorso le vie principali.

Oltre a visitatori di tutta la provincia di Taranto, sono previsti arrivi con un pullman organizzato da un'agenzia turistica dalla Calabria e un altro da Lecce, mentre da Brindisi sono attesi numerosi camper di una rinomata associazione del settore.

Seconda sfilata - 26 febbraio - 10.00

La seconda sfilata parteda via San Francesco percorrendo viale Verdi, via Sacro Cuore, via San Martino, via Roma, fino a giungere in piazza Principe di Napoli davanti al municipio. A sfilare saranno i gruppi mascherati e i quattro carri realizzati dai maestri cartapestai che hanno per tema “Abracadabra … L’Incantesimo della Magia” dopo il grande successo che hanno riscosso domenica scorsa.

Apre anche questa sfilata il carro “Cosa bolle in pentola?”, ideato da Miranda Tagliente, che rappresenta uno strano calderone, contenente coda di rospo e unghie di drago, in cui è finita anche Morgana cui deve essere andato storto qualcosa mentre preparava un maleficio. I gruppi mascherati dietro questo carro sono mago Merlino e fata Morgana della Scuola Materna Spineto Montecamplo, streghe, scope, calderoni e gatti della locale squadra di calcio Acd Castellaneta.

Miranda Tagliente ha firmato anche il carro “La magia a metà” di cui sono protagonisti indiscussi le due figure imponenti e importanti nel mondo magico: lo stregone e il mago buono, in continua lotta tra loro. Senza il bene non c’è il male e senza il male non c’è il bene: mettendo queste figure a confronto e sullo stesso piano si evidenzia questo aspetto di corrispondenza. Tra castelli incantati e formule magiche si scopre la natura che è presente in tutti noi. I gruppi mascherati dietro il secondo carro sono streghe, stregoni e Harry Potter dell’I.C.S. F. Surico Parco Valentino e dell’associazione Volley, maghi e fate della scuola di danza Obsession Dance, fate, streghe, mago Merlino e Harry Potter dell’I.C.S. F. Surico primaria centrale, e fate, gnomi irlandesi, quadrifogli e Harry Potter dell’I.C.S. F. Surico primaria De Amicis.

Curato da Miranda Tagliente anche il carro ”La magia della natura” che rappresenta fate e folletti irlandesi molto allegri e pieni di vita, pronti a festeggiare con canti e balli; tutto si svolge attorno a un fungo, tra fiori e animaletti del bosco: sappiamo quanto la natura sia importante ed è essenziale proteggerla anche da noi stessi. I gruppi mascherati dietro il terzo carro sono gnomi irlandesi, gnomi colorati e elfi dell’I.C.S. Pascoli-Giovinazzi primaria, streghe dell’associazione Gaia, prestigiatori e carte dell’associazione Energica… Mente… Insieme di Laterza, conigli e prestigiatori del gruppo Santa Trinità: qui si possono aggiungere turisti e visitatori, come è successo domenica scorsa con i camperisti, indossando un costume a tema delle carte da gioco, coinvolgendosi a vivere questo momento festoso con grande entusiasmo e augurando un divertimento esagerato.

Il carro “Magia di un’illusione”, ideato da Angelo Resta, è il palcoscenico tipico di un teatro: su di esso sono disposti una donna trafitta da spade, grandi carte da gioco e un prestigiatore; rappresenta la magia quotidiana, quella che ci coinvolge in vari spettacoli che vengono proposti in teatro e in televisione, la magia di un mondo attuale e che ci appartiene. Si contrappone agli altri carri che rappresentano la magia del mondo delle fiabe e dei film d’animazione e della cinematografia del passato e del presente.


Galleria immagini

Link utili

ClioCom © copyright 2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati