Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.


Duomo

Duomo
Località: Lecce
Categoria: Chiese

(5) Il Duomo, che dà il nome alla Piazza, dedicato a Maria Assunta in Cielo, fu costruito una prima volta nel 1144 per volontà del Vescovo Formoso. Circa un secolo dopo, nel 1230, il vescovo Volturio volle eseguire alcuni lavori di ristrutturazione, ma fu nel 1659-70 che venne totalmente ripristinato dal vescovo Luigi Pappacoda, il quale ne affidò l’incarico a Giuseppe Zimbalo. Il tempio che, rispetto all’unico accesso alla Piazza, ha un andamento trasversale, presenta, insolitamente, due prospetti: il principale, per intenderci quello in asse con l’Altare , è piuttosto semplice sotto il profilo decorativo, sobrio e raffinato; la facciata laterale è, invece, esuberante e sontuosa e culmina con la statua di Sant’Oronzo incorniciata in un arco trionfale. Lo Zimbalo effettuò questo ribaltamento di valori seguendo una logica prettamente urbanistica: alla prima facciata, principale sul piano liturgico ma defilata nella visuale di chi accede alla piazza dalla città, diede un aspetto alquanto in linea con i canoni della “regolarità”; all’altra, liturgicamente secondaria, ma prospiciente l’ingresso alla piazza, fu attribuito, invece, un forte ruolo di richiamo e divenne una specie di summa dell’inventiva barocca leccese.


Contrasta con lo spettacolare apparato esterno degli edifici l’austerità dell’interno del Duomo (croce latina a tre navate, 12 cappelle gentilizie, 12 altari più quello maggiore), grandioso, solenne, ufficiale, ricco di opere pittoriche e scultoree realizzate da valenti artisti ben noti nell’ambiente salentino, tra quali Cesare Penna, Giuseppe Cino, lo stesso Giuseppe Zimbalo, Giovanni Andrea Coppola e Oronzo Tiso, gran decoratore del presbiterio.


Attraverso due scale ai lati del Presbiterio si accede alla Cripta del Duomo di origine medievale che, ricostruita nei primi anni del 1500, presenta un corpo longitudinale contenente due cappelle barocche con dipinti, intersecato da un lungo corridoio la cui volta è sorretta da novantadue colonne con capitelli dalle forme inconsuete ed eleganti.

ClioCom © copyright 2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati