c Salentonline.it - Il portale del Salento - Dettagli ricetta

Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.


Pignata di piselli secchi con pane fritto e cicorielle spontanee

Prima di iniziare...

  • Categoria: Minestre
  • Livello: Facile
  • Autore: Antonio Piceci

Ingredienti

  • piselli
  • bicarbonato
  • sale
  • 1 cipolla
  • 5 pomodorini
  • prezzemolo
  • finocchietto selvatico
  • verdurine selvatiche
  • pane casareccio
  • olio d'oliva
  • peperoncino

Preparazione

Si proceda alla preparazione della pignata di piselli: si mettano in ammollo i legumi in acqua fredda almeno 12 ore prima della cottura e si unisca un cucchiaino di bicarbonato con un cucchiaino di sale. Si scolino i legumi, si risciacquino sotto acqua corrente e si mettano in una pignata di terracotta coperti integralmente da acqua fredda. Si unisca una cipolla tagliata in quattro, 5 pomodorini tagliuzzati, un ciuffo di prezzemolo e (a discrezione) un po' di finocchietto selvatico legati con refe bianco da cucina. Si porti il liquido ad ebollizione, si incoperchi la pignata, si abbassi il fornello e si facciano cuocere i piselli per un paio d'ore. Si verifichi la cottura e se necessario si continui aggiungendo dell'acqua bollente. Cotti che siano i piselli si tengano da parte. Si facciano cuocere le verdurine selvatiche e si sgocciolino bene. Si prendano delle fette di pane casereccio, si taglino a dadolata e si friggano in una padella con olio d'oliva misto a peperoncino. Per servire la minestra, si mettano i piselli in un piatto fondo, si adagino sopra un po' di verdurine calde, si condiscano con olio d'oliva e quindi si coprano con i "muèrsi", quella dadolata di pane soffritto ed ancora calda.

ClioCom © copyright 2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati