Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.


Se son rose

Se son rose

Info

Genere: Commedia
Anno: 2018
Durata: 106
Origine: Italia
Distribuzione: Medusa Film
Regia: Leonardo Pieraccioni
Attori: Leonardo Pieraccioni, Elena Cucci, Michela Andreozzi, Caterina Murino, Claudia Pandolfi, Gabriella Pession, Antonia Truppo, Mariasole Pollio, Nunzia Schiano, Sergio Pierattini, Gianluca Guidi


Descrizione

Cosa succederebbe se qualcuno mandasse di nascosto alle tue ex dal tuo cellulare: "Sono cambiato. Riproviamoci!"..? E' quello che accade a Leonardo Giustini (Leonardo Pieraccioni) giornalista che si occupa di tecnologia e innovazione per il web. Sua figlia, stanca di vedere il padre campione di un'inarrestabile rincorsa al disimpegno, decide di mandare il fatale messaggino. E come zombie usciti dalle tombe dell'amore, alcune delle ex incredibilmente rispondono all'accorato appello e quella che era nata come l'innocua provocazione di un'adolescente si trasforma in una macchina del tempo. Per Leonardo, barricato nel fortino delle sue pigre certezze tra divano, involtini primavera e computer, sarà un emozionante e divertente viaggio nel passato e nel presente.

RECENSIONI

"Se son rose" è la pellicola cinematografica più autobiografica e autentica di Pieraccioni, che ripercorrendo i motivi per i quali le sue storie d'amore naufragavano, arriva all'inevibitabile ma vera consapevolezza per cui non sempre la minestra riscaldata è la soluzione migliore alla solitudine di mezza età. Impeccabili nella recitazione tipicamente toscana le bellissime ex interpretate da Claudia Pandolfi e Gabriella Pession, che insieme contribuiscono positivamente al risultato finale. Paragonato ad altri suoi film, quest'ultimo risulta essere meno convincente da un punto di vista comico, ma assolutamente più autentico e maturo se visto dall'ottica del protagonista e del regista: inevitabile è l'intreccio tra finzione e vita reale confermata dal nome scelto per il personaggio principale, Leonardo. (Susanna Conte - Salentonline.it)

"Il punto debole è la struttura narrativa (…) che cede spesso al buonismo e al moralismo di facciata e si lascia andare a svolte e dialoghi via via più improbabili. I punti di forza invece sono una serie di personaggi che, pur nella loro assurdità, rivelano angolazioni interessanti".
(MyMovies.it)

"E' il primo film di una nuova serie sempre targata Pieraccioni (...). C'è più realismo questa volta, meno bozzettismo, zero volgarità e una grande sincerità di intenti insieme alla voglia di mettersi in discussone. (…) Leonardo a tratti si fa malinconico, e anche questa è una piacevole novità".
(Comingsoon.it)

ClioCom © copyright 2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati