Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.


Ippolito Chiarello

Ippolito Chirello  -Fanculo Pensiero
Categoria: Talenti di oggi
Periodo: Contemporaneo
Corsano (LE)

Nato a Corsano il 27 gennaio 1967, laurea in lettere Moderne presso l’Università del Salento, protagonista nel panorama teatrale salentino, come attore e come regista, cerca di alimentarsi continuamente anche con la partecipazione a progetti cinematografici (“Italian Sud-est”, in concorso nel 2003 a Venezia 60 – sez. Nuovi territori e “Fine pena mai” dei Fluid Video crew; “Il miracolo”, in concorso nel 2003 a Venezia 60 e “I Galantuomini”, regia di Edoardo Winspeare) e musicali, anche come regista e autore.

Dopo aver lavorato come osservatore e studioso del lavoro di Dario Fo, ha collaborato per circa un decennio con la Compagnia Koreja di Lecce e partecipato, tra gli altri, ai fortunati spettacoli: “Acido Fenico – ballata per Mimmo Carunchio camorrista”, monologo su testo di Giancarlo De Cataldo, con i Sud Sound System e Brecht’s Dance con Raiz di Almamegretta con la regia di Salvatore Tramacere.
Nel 2006, con il fortunato incontro con la regista Simona Gonella, l’Oda Teatro-Cerchio di Gesso di Foggia, Michele Santeramo e Michele Sinisi del Teatro Minimo di Andria, inizia una fortunata collaborazione che si concretizza con gli spettacoli: “Sacco e Vanzetti” dell’Oda Teatro-Cerchio di Gesso, scritto da Santeramo e con la regia di Simona Gonella e “Il sogno degli artigiani” del Teatro Minimo di Michele Santeramo e regia di Michele Sinfisi.
La collaborazione continua con “Fanculopensiero – stanza 510”, come momento di maturazione di un rapporto di collaborazione con Simona Gonella e Michele Santeramo e l’incontro fortunato con Vincent Longuemar, interrogandosi sul disagio della vita contemporanea e la possibilità di visualizzare un pensiero confuso e veloce e trovare un modo di rallentare.
Con la sua Compagnia, Nasca Teatri di Terra, ha prodotto, scritto ed interpretato lo spettacolo “Oggi Sposi”, con la regia di Maria Cassi (ex Aringa e Verdurini). Uno spettacolo di successo, un varietà contemporaneo, esilarante, emozionante e con contenuti solo apparentemente frivoli.

L’8 aprile 2010, “valigetta alla mano”, Ippolito Chiarello è partito dalla punta del tacco d’Italia, Santa Maria di Leuca, per arrivare a Berlino a data da destinarsi, con il suo spettacolo FANCULOPENSIERO STANZA 510 (liberamente ispirato al romanzo Fanculopensiero di Maksim Cristan).e la sua PROPAGINE OFF.
Una tournée che prende la forma di un viaggio-maratona low cost, un barbonaggio teatrale per approdare anche nei non luoghi della cultura e del teatro e che porta con sè uno spettacolo e una protesta, un tentativo di lanciare una discussione per una nuova possibilità di distribuzione delle opere e degli attori e una riflessione sul carrozzone teatro e ricerca.
“Non faccio nulla di nuovo, – racconta Chiarello – ritorno alle origini, l\'arte pagata direttamente dallo spettatore, i valori che ritornano reali. Ormai non c\'è più un reale ‘circuito’ così io me lo creo da solo…un circuito low cost (ospitalità, cachet bassi e spettacolo tutti i giorni). Il teatro e l\'arte in genere può vivere e non sopravvivere, solo se salvaguardiamo le radici di questo mestiere e quindi anche e soprattutto i piccoli spazi, gli spettatori, le piccole opere. Vorrei ritornare ad essere attore e non installazione scenografica.

Visualizza la galleria immagini del personaggio

ClioCom © copyright 2020 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati