Elenco categorie degli itinerari

Pagina 1 di 1 - totale elementi: 7

Itinerari di Avanguardie

Itinerari di Avanguardie

Lo studio ambientale Avanguardie lavora nel settore dell'educazione ambientale con interventi mirati e progetti organici, percorsi attivi, laboratori manuali. Organizza, tra le altre cose, visite guidate per le scuole, bicitour, charter di osservazione cetacei, trekking terrestri e acquatici, soggiorni in natura. Info e prenotazioni: www.avanguardie.net  - info@avanguardie.net - 347.9527701

Itinerari di Cicloamici Lecce

Itinerari di Cicloamici Lecce

Itinerari per cicloamatori, slow tour, trail cycling, per girare l'Italia in bicicletta su strade tranquille. Info e prenotazioni: www.cicloamicilecce.org - cicloamici.lecce@gmail.com - 349 4565497 - Recapito postale: Via Barbieri, 6 - 73010 Arnesano (LE)
Itinerari Ciclabili

Itinerari Ciclabili

In Bici nel Salento: 16 itinerari tra natura, arte e cultura.
A cura della Provincia di Lecce, Assessorato Promozione Attività Turistiche. Realizzato da Vincenzo Rotino (fotografia, testi e coordinamento CD Rom), Alberto De Lazzari (progetto grafico e direzione artistica), Cosimo Manfreda (sviluppo software e coordinamento tecnico), in collaborazione con Archimedia Architetture Multimediali.

Itinerari Naturalistici

Itinerari Naturalistici

Gli itinerari naturalistici presenti in Salentonline sono stati tratti dal libro "Ambienti ed itinerari naturalistici della Provincia di Lecce", realizzati in collaborazione la Cooperativa Hydra.
Itinerari Storico Artistici

Itinerari Storico Artistici

Gli Itinerari Storico Artistici sono a cura della Redazione di Salentonline.
Itinerari Subacquei

Itinerari Subacquei

Gli itinerari sono  tratti da "Blu di Puglia, ambienti e itinerari sommersi intorno al Salento" - (Conte Editore)

Valle della Cupa

Valle della Cupa

Il toponimo "Cupa" si trova attestato già in alcuni documenti del 1648 e nel Catasto Onciario del 1755. L’avvallamento della Cupa è facilmente individuabile nella antica cartografia, con riferimenti ancor oggi leggebili; Giardino della Cupa, fondo la Cupa, Il Cupone, la "Cupa".

Geomorfologicamente si tratta di una grande depressione carsica e di un’area geografica ben definita, con al centro Lecce, e a cui fanno da corollario numerosi centri: Campi, Squinzano, Trepuzzi, Novoli, Carmiano, Arnesano, Monteroni, San Pietro in Lama, Lequile, San Cesario di Lecce, San Donato di Lecce, Cavallino, Lizzanello, Vernole e Surbo.
Numerose sono le testimonianze che attestano l’antica frequentazione dei suoi insediamenti e delle strade che li collegavano con il resto della Penisola. Risorse fisiche e culturali confermano l’importanza dell’area come insediamento di antico impianto. Cosimo De Giorgi definiva la “Cupa” il “Tivoli dei leccesi” in quanto, per il terreno fertile e la vicinanza al capoluogo, rappresentava una meta ambita dai nobili leccesi. Già durante il XVI secolo, una fitta rete viaria partiva da Lecce ed attraversava l’area della “Cupa”; tali strade vengono riportate anche in alcuni documenti del XVII e XVIII secolo (la vecchia strada Lecce-Copertino, la strada che da Porta Rudiae a Lecce portava a Leverano).

La presenza di terreni fertili, la facilità di prelevare acqua da una falda poco profonda, la presenza di banchi calcareniti da usare come materiale da costruzione, furono i fattori che facilitarono lo sviluppo di insediamenti e di attività umane nell’area della Cupa.L’avvallamento della “Cupa” raggiunge la sua massima depressione nei pressi di Arnesano (18 m. sul livello del mare), mentre 22 metri si raggiungono nei pressi dell’insediamento archeologico di “Maria Quarta” , la cosiddetta “Vora” di Maria Quarta.

Dell’antica bellezza di questi luoghi purtroppo rimangono oggi ben poche testimonianze, ma al visitatore attento non potrà sfuggire il fascino ancora intatto di queste campagne e la fattura di gusto sottile delle opere che l’uomo volle realizzarvi con il proprio lavoro o per il proprio diletto.

ClioCom © copyright 2017 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati